31.5.06



Non conosco così tanto la scena della street art italiana. Non conosco così tanto il teatro. Recentemente ho visto uno spettacolo con benvenuti, al puccini, il costruttore di imperi, di boris vian. Bene, uscito dal teatro con troppi euro in meno (per un teatro che si chiama ridicolamente "off"), ho subito pensato a brecht.
Altro modo, altra potenza, altro ritmo, altra concretezza. Brecht illustra, accompagna per mano (stritolandotela, perché tu non ti distragga), spiega. Nello spettacolo di vian, molte "sensazioni", molte impressioni, ma, insomma... è "arrivato" meno.
E allora?
E allora Banksy è "l'unico artista che conosco". Ma Blu è l'unico artista italiano che io conosca... non so se c'è ancora, penso di sì, ma chi passasse da firenze farebbe bene ad andare all'elettro + (in via siena, zona isolotto mas o meno) anche solo per vedere il suo pezzo (con contributo di Run). Intanto, Blu finisce nei link...

Marina apprezza le menzioni di BB. e fa bene. Io ho perso le tracce di due copie del Me-ti, libro tanto importante (per me) quanto introvabile. Però, c'è un però, ieri ho visto che il sito della rivista la contraddizione, una simpatica banda di marxisti, ne ha degli stralci... di cui, spero sia inutile dirlo, consiglio caldamente la lettura...

4 Comments:

Blogger marina ha scritto:

mi piace assai quello che hai fatto a questo blog.
e anche che menzioni mister B.B.
e lo spettacolo di Vian (perchè non confessi pubblicamente di averlo visto fra un colpo di sonno ed un altro?)

un bacio grande

1:32 PM  
Blogger neri ha scritto:

pensavo che la sonnolenza si intuisse ;)

3:17 PM  
Blogger marina ha scritto:

COME HAI POTUTO PERDERE IL ME-TI?!?!
ho sempre sperato di riuscire a scroccartene una copia...ora a chi lo chiedo a mister A.G.e associati?


epù!

5:53 PM  
Blogger neri ha scritto:

diciamo che ora come ora non lo trovo... e temo che la premiata ditta A.G. e soci abbia esaurito le scorte ;)

6:22 PM  

Posta un commento

<< Home




Tutto quello che trovate in queste pagine è a vostra libera disposizione. Fatene quello che volete, purché non a fini commerciali (dubito, ma non si sa mai).