10.12.05

36 su 48 (circa)

è il numero di ore che ho dormito recentemente. Avevo principiato avvertendo che ero piuttosto stanco, in effetti. Mi sono addormentato ovunque, a teatro, a letto, in poltrona, sul divano, sul cesso ancora no. Sono le 9 e mezzo, die Sonne scheint, alé, si riparte, con qualche spunto interessante e mirato a suscitare la simpatia dei più.
-Mi chiedo cosa aspettino ad iniziare il processo di beatificazione di sofri. Ah, non è ancora morto? Quindi per ora aspettando che crepi si può chiedere solo la grazia?
-Uh, i soldati italiani in iraq che gridano annichiliscilo*2. Certo non è elegante, ma cosa vi aspettate che facessero? Che gridassero "ehi, spostati un po' più a destra per favore che non riesco a mirarti bene?" Non è un pranzo di gala, tanto per tirare sempre Mao nel mezzo, o uno si sdegna e mette in conto le peggio atrocità fin dal primo momento, o per quel che mi riguarda farebbe meglio a stare zitto ed eventualmente se apre bocca ad andarsene a fare in culo. Non è un picnic, è una corsa ai pozzi di petrolio manu militari.
-Val di susa, Mugello, Val brembana e val kilmer. Niente come le grandi opere per chiamare alla memoria un po' di alta letteratura. L'unico romanzo istituzionale che abbia lasciato un segno tra i miei neuroni al ginnasio è stato bell'amì, di mopassàn. Poteva chiamarlo bella merda che faceva prima, in effetti. Questioni di marketing a parte... nel romanzo si racconta della scalata sociale di un simpatico figlio di puttana che da soldato sfigato diventa giornalista sfigato, si unisce alla moglie del suo amico che gli scrive degli articoli brillanti (oltre a chiavare a giro come neanche a giugno) e diventa giornalista di grido, il cui giornale contribuisce a far salire (o scendere) il valore di certe azioni di miniere di rame in algeria sulle quali guarda caso verrà fatta un'enorme speculazione, infine simulando un po' di nobiltà e un rapimento si sposa la figlia di un banchiere ebreo. Evviva l'amore. Ora mi chiedo, quanti giornalisti di repubblica hanno intenzione di sposarsi a breve? Partiti politici che hanno dirigenti che hanno ditte che hanno appalti che fanno miliardi. Giornali che tengono buona l'opinione pubblica che bela e ringrazia. Banche che chiedono soldi per finanziare imprese che fanno miliardi su speculazioni che poi scoppiano e lasciano i risparmiatori senza na lira. Giornali che incoraggiano salvo poi scandalizzarsi. Giornalisti che si sposano le figlie dei banchieri.
Un cordiale vaffanculo a tutti, così, di prima mattina.

UPDATE (aggiornamento): sono le 15, e mi farei pure volentieri una pennica. Sarò grave?




Tutto quello che trovate in queste pagine è a vostra libera disposizione. Fatene quello che volete, purché non a fini commerciali (dubito, ma non si sa mai).